Consigli dietetici

Alimentarsi in maniera appropriata è il primo passo per ridurre il livello di Colesterolo e Trigliceridi nel sangue che, se elevati (Ipercolesterolemia o Ipertrigliceridemia), comportano un aumento del rischio cardiovascolare; qui di seguito alcuni consigli generici utili per una sana alimentazione.

 

IPERCOLESTEROLEMIA

Quali sono gli alimenti da limitare?

  1. Il consumo di insaccati dev’essere limitato a non più di 1 volta la settimana, preferendo prosciutto crudo magro e bresaola ed evitando mortadella, salame, salsiccia, cotechino. La carne dev’essere assunta non più di 3-4 volte la settimana preferendo la carne magra (pollo senza pelle, tacchino, coniglio, tagli magri di manzo, cavallo, etc.); la carne di gallina, anatra e selvaggina non è magra!
  2. Devo essere assunti latte e yougurt parzialmente scremati o scremati (non interi) con una certa regolarità per un apporto corretto di calcio con la dieta.
  3. I formaggi non devono essere assunti più di 1 volta la settimana, preferendo in ogni caso i formaggi magri (latticini freschi, ricotta, mozzarella, crescenza, fior di latte, caciotta fresca, cacioricotta, etc.)
  4. Bisogna evitare di usare come condimento o nella preparazione delle pietanze grassi soprattutto saturi come quelli contenuti in burro, lardo, strutto, pancetta, panna, formaggi grassi, margarina idrogenata; sono da evitare soprattutto le margarine dure in panetto, olio di cocco, olio di panna, burro di cacao, maionese.
  5. Le uova si possono assumere in quantità moderata: non più di 2-3 volte la settimana; bisogna fare attenzione anche agli alimenti che le utilizzano nella loro preparazione, come biscotti, pasta all’uovo, maionese, impanature, etc.
  6. Sono da evitare i dolci tipo: torte, brioche, bomboloni, paste etc., la pasta all’uovo, snack ricchi di grassi, patatine.

Quali sono i cibi da preferire?

  1. Sono da assumere più spesso i cibi di origine vegetale ricchi di fibre favorendo il consumo di verdure, di alimenti integrali come il pane ed i cereali, riso, patate, pasta integrale e legumi (anche come minestroni di verdure, legumi e cereali).
  2. E’ consigliato assumere oli vegetali (olio extravergine di oliva, olio di mais, etc.)
  3. E’ utile assumere 3-4 volte la settimana il pesce; saltuariamente anche i pesci considerati “grassi”, in virtù del tipo di grasso che contengono, ricco di omega3, che ha una funzione protettiva sulle pareti delle arterie. Da evitare il pesce sott’olio.
  4. Se non si è in sovrappeso si possono scegliere liberamente i primi piatti ed il pane, prestando però attenzione ai condimenti.

Quali preparazioni e cotture preferire?

Sono da evitare fritti, impanature, arrosti, umidi, sughi, salse, soffritti; sono da preferire cotture alla griglia, al cartoccio, alla piastra, al vapore.

Stile di vita

E’ necessario abolire il fumo ed incrementare l’attività fisica, moderata e compatibile, che contribuisce a prevenire il sovrappeso e l’obesità.

 

IPERTRIGLICERIDEMIA

In caso di valori di trigliceridi elevati è da limitare in particolare l’assunzione di vino e degli zuccheri semplici (lo zucchero, i dolci); bisogna inoltre limitare anche l’assunzione di frutta, in particolare banane, cachi, fichi, uva.

 

IPERTRANSAMINASEMIA (ast e alt elevate)

In caso di transaminasi lievemente elevate può essere utile prestare attenzione alla dieta; le indicazioni possono riprendere quelle già indicate per l’ipercolesterolemia avendo cura di evitare anche il vino, la birra e gli alcolici in generale.